L’estate è sinonimo di piscina, come se ne vedono tante negli agriturismi e ristoranti umbri. Ormai un complemento quasi indispensabile nell’offerta ai clienti. Purtroppo il piacere di una giornata a mollo non è esente da rischi ed esistono precise direttive da rispettare per renderla sicura e spensierata agli utenti e ai gestori, ed è di questo che andremo a trattare nel nostro post. In particolare ci concentreremo su quegli aspetti che riguardano l’applicazione in Umbria, meta elettiva di svago di tanti turisti in cui abbondano strutture ricettive e annesse piscine.

La normativa che regola la presenza di eventuali bagnini e le altre misure di sicurezza e igienico-sanitarie cui devono attenersi queste strutture si basa su una legge della Regione Umbria, la n.11 del 9 aprile 2015 al Capo III “Disciplina In Materia Di Requisiti Igienico-sanitari Delle Piscine Ad Uso Natatorio”. Le disposizioni elencate vanno a toccare piscine di ogni tipo, da quelle ricreative a quelle sportive, formative o per uso terapeutico, da quelle annesse ad altre attività a quelle autonome. La legge copre oltre alla vasca anche tutti gli annessi, ovvero servizi, impianti tecnici, pubblico e attività accessorie assegnando alle A.U.S.L. territorialmente competenti (nel nostro caso Az. U.S.L. Umbria 1 e 2) l’emanazione di pareri igienico sanitari a cominciare da quello sull’apertura, ristrutturazione e ampliamento dell’impianto. Le piscine a loro volta sono suddivise in categorie e classi a seconda della destinazione d’uso, caratteristiche ambientali e strutturali, nonché appunto l’utilizzo, quelle di superficie più ridotta, minor profondità e in generale che presentano minori rischi ottengono alcune esenzioni dagli obblighi, in primis dalla presenza di bagnini. Gli obblighi comprendono vari aspetti dettagliati nel corpo del testo della legge in oggetto, a sommi capi riguardano:

  • Presenza di un responsabile dell’impianto, che potrà essere il titolare dello stesso o una persona da lui designata. Tale soggetto dovrà garantire: il buon funzionamento  gestionale, tecnologico e organizzativo. Rispetto dei requisiti igienico-sanitari e ambientali previsti dall’accordo Stato-Regioni 16 gennaio 2003. Esecuzione procedure di autocontrollo.Pulizia quotidiana. A sua volta dovrà individuare assistente bagnanti (obbligo derogabile qualora i requisiti lo permettano) e addetto impianti tecnologici;
  • Requisiti strutturali per il trattamento dell’acqua in proporzione a quella presente nell’impianto. Attività natatoria svolgibile in sicurezza e a norma. Pulizie regolari dell’intera struttura (non solo la vasca). Accessibilità e sicurezza degli impianti. Fruibilità da parte dei portatori di handicap come da normativa vigente.
  • Documentazione che deve essere posta a disposizione della Azienda USL competente cui spettano i controlli esterni (quelli interni spettano alla figura del responsabile della piscina).
  • Corsi di formazione e aggiornamento per responsabile della piscina, addetto bagnanti e addetto impianti tecnologici a cura della Regione Umbria. Detti corsi non sostituiscono quelli specifici di qualificazione professionale riconosciuti dalla normativa nazionale.
  • Sistema organizzato di primo soccorso di facile accesso e per le categorie/classi che lo prevedano un locale adibito esclusivamente a primo soccorso.
  • Presenza di un regolamento interno che disciplini comportamento degli utenti, numero massimo di frequentatori e di bagnanti.
  • Rispetto dei requisiti igienico-sanitari e ambientali.

In caso di inottemperanza alle prescrizioni si applicano le sanzioni amministrative di cui all’articolo 204 della legge menzionata ad inizio del post.

OBIETTIVO SICUREZZA S.a.s di Michele D'Angeli e C.
Sede Legale: Via Orvieto 13 – Torre Matigge - TREVI 06039 (PG)
Email: info@obiettivosicurezzalavoro.com
Telefono: 340 7920 095 - Fax: 0742 345 049
P.Iva: IT 03224310544 - REA: PG 273240
PEC: obis@pec.it Codice Destinatario: M5UXCR1

Sede Operativa: Corsi a Spoleto, Foligno e Norcia - i corsi avranno sede nelle aule formative convenzionate o a richiesta nell'azienda del cliente

PRIVACY

Certificazioni

I nostri tecnici dispongono delle seguenti certificazioni:
Auditor/Lead Auditor dei sistemi di gestione Qualità (UNI EN ISO 9001:2008 e aggiornamento UNI EN ISO 9001:2015), Ambiente (UNI EN ISO 14001 e aggiornamento UNI EN ISO 14001:2015), Sicurezza (OHASAS 18001).
Attestato di competenza D.Lgs. 152/06 (T.U.A.) e D.Lgs. 81/08 (T.U.S.S.L.).
Addetto al Primo Soccorso (BLS) e Antincendio.
Qualifica di RSPP per tutti i settori merceologici.

Contattaci

5 + 6 =