Un paio d’anni fa abbiamo pubblicato un post sulla “procedura di denuncia impianto di terra e verifiche periodiche in Umbria” in quanto al’interno della nostra offerta complessiva di servizi riguardo la sicurezza sul lavoro figura anche la verifica della messa a terra degli impianti elettrici. Un recente cambio nelle modalità di comunicazione all’INAIL impone che dal 27 maggio 2019 si possa richiedere esclusivamente tramite l’applicativo CIVA una serie di servizi che include anche la denuncia di impianti di messa a terra e di protezione da scariche atmosferiche (meglio noti come parafulmini). Come specificato nella circolare n. 12 dello stesso ente datata 13 maggio di quest’anno l’obiettivo è snellire, digitalizzare e uniformare i rapporti utente-pubblica amministrazione anche su questo fronte. CIVA va a sostituire i vecchi metodi tradizionali e a integrarsi col sistema di pagamento PagoPA per le transazioni monetarie verso la PA, nella fattispecie l’INAIL.

La stessa circolare precisa che:

Per  gli utenti  non soggetti  a assicurazione  Inail (i datori di  lavoro agricolo, i datori  di lavoro privato di lavoratori  assicurati presso altri enti o con  polizze private, gli amministratori di condominio, gli installatori e progettisti di impianti di  riscaldamento, eventuali soggetti delegati) l’accesso a CIVA è consentito attraverso il profilo di “Utente con credenziali dispositive”, e l’indicazione del codice  fiscale/partita Iva del soggetto per il quale si intende operare nonché della qualifica rivestita (rappresentante legale, proprietario, amministratore di condominio, installatore e progettista di impianto di riscaldamento, delegato).Il profilo di “Utente con credenziali dispositive” è acquisibile tramite il servizio “Richiedi  credenziali dispositive” disponibile sul portale www.inail.it, oppure effettuando l’accesso con una delle modalità di seguito riportate:

  • Spid
  • Pin Inps
  • Carta Nazionale dei Servizi (Cns)

In  alternativa,  può essere presentata  richiesta alle Sedi territoriali  dell’Inail previa compilazione dell’apposito  modulo reperibile nel portale alla sezione 6“ATTI E DOCUMENTI” -> “Moduli e modelli”, sottosezione “PRESTAZIONI”, voce “Altri moduli”.

In caso di dubbi o difficoltà potete far riferimento al call center dedicato dell’INAIL o rivolgerci a noi per il disbrigo di tutte le pratiche del caso.

OBIETTIVO SICUREZZA S.a.s di Michele D'Angeli e C.
Sede Legale: Via Orvieto 13 – Torre Matigge - TREVI 06039 (PG)
Email: info@obiettivosicurezzalavoro.com
Telefono: 340 7920 095 - Fax: 0742 345 049
P.Iva: IT 03224310544 - REA: PG 273240
PEC: obis@pec.it Codice Destinatario: M5UXCR1

Sede Operativa: Corsi a Spoleto, Foligno e Norcia - i corsi avranno sede nelle aule formative convenzionate o a richiesta nell'azienda del cliente

PRIVACY

Certificazioni

I nostri tecnici dispongono delle seguenti certificazioni:
Auditor/Lead Auditor dei sistemi di gestione Qualità (UNI EN ISO 9001:2008 e aggiornamento UNI EN ISO 9001:2015), Ambiente (UNI EN ISO 14001 e aggiornamento UNI EN ISO 14001:2015), Sicurezza (OHASAS 18001).
Attestato di competenza D.Lgs. 152/06 (T.U.A.) e D.Lgs. 81/08 (T.U.S.S.L.).
Addetto al Primo Soccorso (BLS) e Antincendio.
Qualifica di RSPP per tutti i settori merceologici.

Contattaci

7 + 8 =