L’oscillazione del tasso per prevenzione è uno “sconto” richiedibile all’INAIL da parte di aziende aperte da almeno un biennio e che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro oltre quelli già obbligatori per legge. Chi legge da tempo questo blog potrebbe ricordare i nostri interventi su OT/20U e OT/24, con riferimenti alle realtà umbre nello specifico, che approfondivano questo argomento. Ebbene proprio riguardo quest’ultimo modello ci sono importanti novità, ovvero che è stato sostituito dall’OT23 ed è utilizzabile dalle aziende fino al 29 febbraio 2020, termine ultimo di presentazione della domanda. La notizia viene direttamente dal sito dell’INAIL dove si apprendono pure le novità migliorative rispetto al modello precedente:

  • misure migliorative per il reinserimento degli infortunati da lavoro. Vale a dire quegli interventi volti al reinserimento in ambito lavorativo di dipendenti affetti da disabilità da lavoro, alle modalità del servizio di trasporto casa-lavoro per chi svolge turni in orario notturno, e alle contromisure per prevenire eventuali rapine.
  • adozione delle prassi di riferimento Rsi (responsabilità sociale d’impresa) per edilizia e artigianato, con inclusione delle prassi di riferimento Uni/PdR 49:2018 (costruzioni) e Uni/PdR 51:2018 (micro e piccole imprese). La Rsi viene valutata sulla base della guidance Uni Iso 26000, unica valida a livello internazionale.
  • strumento di autovalutazione per piccole e medie aziende.

La valutazione da raggiungere è di almeno 100 punti complessivi tra tutte le voci contemplate come elemento di valutazione (fanno eccezione gli interventi Rsi, nella cui sezione specifica la soglia del punteggio massimo deve essere raggiunta senza ulteriori cumuli).

Linkiamo di seguito il modulo di domanda: https://www.inail.it/cs/internet/docs/all-modulo-di-domanda-2020.pdf

E la guida ufficiale INAIL alla compilazione: https://www.inail.it/cs/internet/docs/alg-guida-alla-compilazione-anno-2020.pdf

Ricordandovi infine che restiamo a disposizione come OBIS nell’assistenza alla preparazione della modulistica e di tutti gli allegati necessari per usufruire di tutti i vantaggi accessibili tramite l’OT23, potete contattarci in merito qua: https://www.obiettivosicurezzalavoro.com/contatti/ .

OBIETTIVO SICUREZZA S.a.s di Michele D'Angeli e C.
Sede Legale: Via Orvieto 13 – Torre Matigge - TREVI 06039 (PG)
Email: info@obiettivosicurezzalavoro.com
Telefono: 340 7920 095 - Fax: 0742 345 049
P.Iva: IT 03224310544 - REA: PG 273240
PEC: obis@pec.it Codice Destinatario: M5UXCR1

Sede Operativa: Corsi a Spoleto, Foligno e Norcia - i corsi avranno sede nelle aule formative convenzionate o a richiesta nell'azienda del cliente

PRIVACY

Certificazioni

I nostri tecnici dispongono delle seguenti certificazioni:
Auditor/Lead Auditor dei sistemi di gestione Qualità (UNI EN ISO 9001:2008 e aggiornamento UNI EN ISO 9001:2015), Ambiente (UNI EN ISO 14001 e aggiornamento UNI EN ISO 14001:2015), Sicurezza (OHASAS 18001).
Attestato di competenza D.Lgs. 152/06 (T.U.A.) e D.Lgs. 81/08 (T.U.S.S.L.).
Addetto al Primo Soccorso (BLS) e Antincendio.
Qualifica di RSPP per tutti i settori merceologici.

Contattaci

11 + 1 =