Abbiamo già parlato a dicembre scorso degli obblighi di legge di garantire la sicurezza sul lavoro ai lavoratori atipici (anche conosciuti come lavoratori occasionali o a chiamata) stagionali invernali e degli altri adempimenti correlati (fra cui procedere alla stesura del DVR anche per loro). Discorso analogo possiamo fare per tutte quelle categorie di lavoratori atipici che vengono convocati durante la stagione estiva, come camerieri e baristi per far fronte ad un maggiore afflusso di turisti in Umbria (dalle classiche gite fuori-porta ad Assisi a luoghi come Trasimeno, le Marmore e Piediluco, l’elenco è troppo lungo) e alle cerimonie che approfittano della bella stagione (i classici matrimoni, comunioni e cresime in cornici naturali come Rasiglia o storiche come Spoleto). Doveroso fare un distinguo invece per il lavoratori atipici del settore agricolo, categoria ben rappresentata nella nostra regione dalla tabacchicoltura nella valle umbra, dalla suinicoltura a Norcia e Bettona, come dall’olivicoltura in tutta l’area collinare, dove la normativa semplifica gli adempimenti da un lato alla luce dell’oggettiva difficoltà dei datori di lavoro di questo ambito nel redigere i documenti di valutazione dei rischi (DVR) per una coorte di lavoratori numerosa e assunta per periodi brevissimi, dall’altro perché la ripetitività delle azioni rende facile capire quali possano essere i fattori di rischio e relative misure di prevenzione.

Obiettivo Sicurezza Lavoro si rende disponibile per assistervi nel corretto disbrigo di tali pratiche. Chiamateci al numero 3407920095 oppure scriveteci all’indirizzo email info@obiettivosicurezzalavoro.com .